Interviste

Intervista fotografica

INTERVISTA FOTOGRAFICA DEL FOTOGRAFO G. V. CHE INCONTRA LA SCRITTRICE ALESSANDRA CARBOGNIN SULLE PIAZZE DELLA CAGLIARI ANTICA, Gennaio 2014.

Foto: Guido Vadilonga
Foto: Guido Vadilonga
Domanda: "Alessandra, cosa vedi in genere di ciò che ti circonda?"
 
Risposta: "La prima cosa che osservo è la bellezza della natura, che mi
 
chiama e che da me si lascia rimirare.
 

Un cielo luminoso, un colore acceso, la profondità di un mare lontano, il sole

 

che scalda le mura di una  città, il vento che culla le foglie delle sue piante.

  

Sì, perché il vento abbraccia tutti, anche chi non vuole essere abbracciato.

 

È una meraviglia dopo l'altra, basta solo coglierla.

 

Ed io, ogni volta, ogni volta la prima volta, me ne alimento e gioisco."

 

 
Foto: Guido Vadilonga
Foto: Guido Vadilonga

Domanda: "Alessandra, i tramonti ti intristiscono?"

 

Risposta: "No. Mi accendono.
 
Non penso all'imbrunire come al fine d'una vita.
 
Non penso al tramonto come alla morte di una giornata.
 
Penso al calar del sole come concretizzazione di un giorno donato.
 
Un dono, a prescindere dalle gioie o dalle amarezze che ha portato con sé."
Foto: Guido Vadilonga
Foto: Guido Vadilonga
Domanda: "Cosa pensi della gente?"
 
Risposta: "Se si riferisce alla gente che posso osservare
 
attorno a me, da buona sociologa, osservo in genere il modo
 
di porsi, la maniera in cui si comporta, in cui parla, la
 
tensione con cui legge. Il modo con cui la gente cammina,
 
come la gente è distratta, nel silenzio concentrata, o la gioia
 
che traspare dagli occhi, oppure dal velo di tristezza che la
 
circonda, la cura con cui tratta i più piccoli.
 
In genere vedo tante cose dalle piccole cose.
 
Un gesto dice molto, sia esso un tono di voce o una stretta di mano.
 
Le persone che con la loro libera espressione comunicano un valore positivo, sia esso contentezza
 
corporea, come attraverso un canto, un dipinto o un semplice gesto di aiuto verso il prossimo, hanno
 
con me una condivisione empatica delle proprie manifestazioni.
 
Ripongo fiducia verso le persone.
 
Non ho preconcetti di carattere sociale, anche se una cosa a cui tengo moltissimo è il rispetto e
 
l'educazione."
Foto: Guido Vadilonga
Foto: Guido Vadilonga

 

 

 

 

 

 

 

Domanda: "Alessandra, cos'è per te l'amore?"

 

Risposta: "Per me l'Amore è il respiro dell'Eternità."